nativi digitali

I nativi digitali non ascoltano ma collaborano

Le app milionarie degli enfants prodiges di Google e Apple

I nativi digitali sono già dei geni inventori che creano nuove app milionarie. Google e Apple hanno fiutato il loro talento

Social Network: loghi

Facebook è un social per “vecchi”. E i giovani cosa utilizzano?

Sempre più giovani preferiscono altri social a Facebook. Perché? E quali social network frequentano? Poco tempo fa, il Director of product di Facebook Blake Ross ha annunciato che avrebbe lasciato…

Giovane in un selfie

Selfie: mi consumi, dunque sono

Il foto-fenomeno del #selfie cresce tra i Millennials -giovani tra i 14 e i 30 anni- in maniera esplosiva. Merito del “noi” sociale o dell’ “io” individuale? Sicuramente c’è la…

Geografia della comunicazione: bambino con iPad

La geografia della comunicazione

Tag, tweet, post, blog e poi i loro verbi: taggare, tweettare, postare e il più volgare bloggare. Sono l’esempio di come ai fatti oggi seguono le parole . Ci ritroviamo giorno dopo giorno a riscrivere la nostra percezione del mondo, diventato sempre più globale, raggiungibile e “user friendly”.

I nativi digitali non ascoltano ma collaborano

I nativi digitali non sanno ascoltare ma sanno collaborare

Bimbi con grandi capacità di rapporto con il digitale ma con meno attitudini per l’ascolto: le frontiere dell’insegnamento per i nativi digitali, quali sono?

L'immagine allude alla comunicazione a scuola

Comunicazione scuola: che lingua si usa in classe e chi lo decide ?

Comunicazione scuola: analizzeremo il punto di vista del docente nella relazioni con gli studenti. Ruoli, umiltà, linguaggio, passione e fiducia. «Non esistono più gli studenti di una volta!» si sente…

Translate »